giovedì 7 dicembre 2017

Presentazione 8 dicembre 2017: Un cannolo per lo sceicoo






Alessandra Oddi Baglioni, col suo ultimo romanzo “Un cannolo per lo sceicco – Storia fiabesca della nascita del cannolo siciliano” (Dario Flaccovio Editore), ci porta indietro di mille anni e ci fa atterrare con la fantasia addirittura in un harem della Trinacria del 1050.
Ebbene, proprio in un harem, insomma, nel covo di un’immaginaria sfrenata 


competitività, la scrittrice sa creare una convincente atmosfera in cui narrare la forza delle donne, il loro coraggio, la resilienza che portano inscritta nel loro DNA. Una storia di amicizia vera; una storia che contravviene quanto si potrebbe ipotizzare parlando di harem.
Entriamo nel suggestivo ambiente esotico arabo  creato in un paesino al centro della Sicilia, nella villa del Casale di Piazza armerina ,nell’anno mille ancora in piedi rilucente dei suoi splendidi mosaici.
Quattro ragazze vengono rapite dal loro villaggio per arricchire l’harem dello sceicco Kalid. Pur nella reclusione, l’educazione impartita a Safia, Rajah, Amina e Assia – danza, lettura, ricamo e cucina – è l’opportunità di una vita completamente diversa da quella cui erano destinate nelle loro famiglie d’origine. La sorellanza si forgia tra amori, gelosie, rivalità e l’apprendimento di tante cose nuove e inusuali. Soprattutto la pasticceria: dalla passione di Hala, maestra delle fanciulle e cuoca per amore, le giovani imparano quest’arte. Dalla sua maestria raffinata nascerà un dolce strano, dalla forma fallica, che più tardi prenderà il nome di cannolo. Alle porte dell’harem intanto bussa il mondo che sta cambiando: principesse promesse in sposa per alleanze militari, monaci vaganti, assassini in preda all’hashish e soprattutto la sanguinosa guerra tra Arabi e Normanni. E a Safia, Rajah, Amina e Assia il destino riserverà una nuova svolta.

-->
Il libro – nel quale si apprezzerà la curiosa storia della creazione del cannolo – si chiude, in appendice, con un ampio ricettario di dolci siculo-arabi tipici della tradizione isolana, arricchito da brevi ma interessanti cenni storico-culinari.

Vi aspetto tutti presso Nuvola dell'Eur  ore 16:30 SALA GIOVE, in via Asia 40 alla quale interverranno:


  • Carla Delfino
  • Niccolò d'Aquino
  • Andrea Velardi


Nessun commento:

Posta un commento