Chi sono





Alessandra Oddi Baglioni, ha una lunga esperienza manageriale, maturata in aziende pubbliche e in  amministrazioni statali e comunitarie prevalentemente nell’area della comunicazione e relazioni esterne. Ha svolto attività e funzioni che spaziano dalla responsabilità diretta nella progettazione e realizzazione di eventi ed iniziative, alla organizzazione di uffici e gruppi di lavoro su tematiche specifiche, in Italia a Bruxelles e a New York.
 Si è altresì occupata di iniziative anche formative di sviluppo culturale finalizzato all’occupazione femminile sia come Presidente di una Associazione sia come componente di organismi territoriali e nazionali.
Affronta nei suoi libri le tematiche femminili e il mondo dell’arte come capace di trasmettere valori universali, non tralasciando lo studio però della parte romantica dell’essere umano e l’universalità nel tempo e nello spazio dei rapporti uomo donna. 
Due i filoni della sua scrittura. Il primo (Alessandraoddibaglioni.blogspot.com) segue la vita di personaggi reali trasfigurandoli in una visione romanzata; il secondo si addentra più sulle tematiche del romance (ha utilizzato lo pseudonimo di MarieTherese Taylor (marietheresetaylor.blogspot.it)

Del primo filone fa parte  una trilogia di romanzi storici direttamente collegati con le vicende della famiglia Baglioni nel corso dei secoli e le sue relazioni col mondo culturale umbro e con i grandi artisti dell’epoca, a cominciare da Raffaello. Il primo libro, ‘Le nozze rosse’ ripercorre una tragica strage, rappresentata metaforicamente da Raffaello, su commissione di Atalanta Baglioni nella ‘Deposizione’, dove trovarono la morte gli sposi Astorre I Baglioni e Lavinia Orsini e tanti altri familiari. Il secondo, intitolato ‘Astorre II Baglioni, il Grifone e la Mezzaluna’ parla dell’antenato Astorre II Baglioni, martire a Famagosta prima della decisiva battaglia di Lepanto che allontano’ l’incombente pericolo Ottomano dalle sponde occidentali e dall’attacco alla Cristianita’.Infine, si arriva al Risorgimento con ‘La dama e il compasso’, che indaga sulla componente massonica del Risorgimento italiano, attraverso le vicende di Camilla Oddi Baglioni e i suoi amori.
Con  l`ultimo libro Controluce, "Controluce Alberto Burri, unavita da artista" ha voluto scoprire il Burri ‘privato’, l’uomo-Burri. Con le sue passioni e le sue contraddizioni. Il testo e’ arricchito da una serie di foto inedite, scattate dall’artista stesso, che emerge qui anche come valente fotograto, proprietario di ben 30 macchine fotografiche di ogni genere con le quali scattava foto nel suo privato, circondato dagli amici di una vita.
 Nel secondo filone ha pubblicato con Narcissus due ebook Noi ancora una volta “ un decamerone al femminile sullo sfondo dell`Italia degli anni ottanta e “Un insolito Natale in Australia”  una emozionante avventura di viaggio dalla rutilante Sidney alla pacifica Perth attraversando anche il bush
Sul privato e` felicemente nonna di cinque  splendidi nipoti, ha due figli adorabili un cane a mezzo tempo. 



Le idee per la scrittura di solito le vengono in macchina e questo comporta brusche fermate nelle piazzole delle autostrade e piacevoli incontri con camionisti filosofi.


English version

Alessandra Oddi Baglioni is a Countess descending from the historical family which governed Perugia for over two hundred years, the family of Atalanta Baglioni, the very same noblewoman who five centuries ago commissioned Raphael to paint his famous “Deposition”. 

Art expert, free-lance journalist and cultural event organizer, she spends her life between Rome, where she lives in a 17th century palace, and Perugia, the Umbrian city that holds the memories of her illustrious family, where she runs an organic farm. 

Reading “The Red Wedding”, Alessandra’s first book in English, you go back to the Renaissance at its peak, with the Pope and the foreign royal powers fighting over Italy. The important regional families were at loggerheads, engaged in a never-ending contest of bloody battles to win over lands, titles, palaces, churches, chapels, gardens as well as the most resplendent clothes and, of course, the most beautiful women (see http://amzn.to/2f9yHmu). 

Her second historical novel, “Il Grifone e la Mezzaluna” (“The Griffon and the Crescent”) takes place in the Sixteenth century. It spans from Rome to Cyprus across the Mediterranean Sea, where Astorre Baglioni fought against Turkish soldiers in the wider context of the conflict between Christians and Ottomans, just before the Battle of Lepanto. 

In her third novel, “La Dama e il Compasso” (“The lady and the Compass”, see http://amzn.to/2f9AKad ) she investigates the role of the Masons in the Italian Risorgimento. The story highlights that there were many connections between American politics and culture, and the Italian Risorgimento itself.

Shortly to be published is a new novel revealing the hidden financial interests which have dominated Germany, Switzerland and the USA for the last five centuries. This soon-to-be-released novel, like “The DaVinci Code”, is likely to hit American bookstands before reaching Italian stores, unfolds the story and hidden meanings of what is considered the most complex of all Raphael’s works, the “Deposition”, one of the greatest treasures in Rome’s Galleria Borghese. 


Linking this book to “The Da Vinci Code” demands an immediate explanation. Both authors have built the plot of their respective novels around the hidden meanings supposedly apparent in the featured works by Leonardo and Raphael. But with one fundamental difference: the American writer has written a far fetched story, as scholarly analysis and documented rebuttals of some of his more grotesque allegations have shown. By contrast, the central theme of Alessandra’s new book, although written in novel form, is rooted in events that actually happened and are described by someone more than qualified to do so.

Nessun commento:

Posta un commento